Psicosintesi

Psicosintesi

La Gioia sta nel procedere, l’infelicità nel fermarsi

R. Assagioli

“Un metodo di auto-formazione e realizzazione psico-spirituale per tutti coloro che non vogliono accettare di restare schiavi dei loro fantasmi interiori e degli influssi esterni, di subire passivamente il gioco delle forze psicologiche che si svolge in loro, ma vogliono diventare padroni del proprio regno interiore … Un metodo di cura per le malattie e i disturbi psicologici e psicosomatici particolarmente efficace quando la causa profonda di quei mali sta in una lotta particolarmente aspra tra le forze psichiche coscienti e inconsce, oppure in una di quelle crisi complesse e tormentose che spesso precedono il risveglio o un altro passo importante nello sviluppo spirituale.”  Roberto Assagioli

 

Ciascuno, partendo da ciò che è, con le sue inevitabili limitazioni umane, ha cioè il potere e la responsabilità di attuare le proprie potenzialità individuali.

A chi si rivolge e cosa aiuta a realizzare

“L’unità (della personalità) è possibile. Ma rendiamoci ben conto che essa non è un punto di partenza, non è un dono gratuito: è una conquista, è l’alto premio di una lunga opera: opera faticosa ma magnifica, varia, affascinante, feconda per noi e per gli altri, ancor prima di essere ultimata.” R. Assagioli

  • A chi, in situazioni personali o relazionali di disagio e difficoltà, vuole comprenderne le cause e a trovare in se stesso l’equilibrio e le risorse necessarie per il proprio benessere;
  • A chi sente un senso di incompletezza e di inquietudine esistenziale e desidera sviluppare un atteggiamento più consapevole, autentico e creativo.

Il motto che ispira il metodo psicosintetico: Conosci, Possiedi, Trasforma te stesso.

Conosci te stesso

Conosci te stesso non sta a significare soltanto interessarti ai tuoi pensieri, ai tuoi sentimenti, esaminare le tue attività, significa anche scoprire il tuo io più intimo.

 “Una delle maggiori cecità, delle illusioni più nocive e pericolose che ci impediscono di essere quali potremmo essere, di raggiungere l’alta meta a cui siamo destinati, è di pretendere di essere, per così dire “tutti di un pezzo”, di possedere cioè una personalità ben definita. Infatti generalmente tutta la nostra attenzione, il nostro interesse, la nostra attività sono presi da problemi esterni, pratici, da compiti e mete che sono fuori di noi … Presi da questi miraggi, trascuriamo di renderci conto di noi stessi, di sapere chi e che cosa siamo, di possedere noi stessi”. R. Assagioli

Possedere – essere te stesso

All’impegno di indagine e scoperta della nostra vita interna segue quella di prendere padronanza delle varie forze ed elementi che abitano in noi.

“Siamo soggetti viventi dotati di potere di scegliere, di costruire rapporti, di operare cambiamenti nella nostra personalità, negli altri, nelle circostanze”. R. Assagioli

Trasformare noi stessi

Costruire un atteggiamento interiore volto a vivere con sempre maggiore consapevolezza e fluidità le inevitabili trasformazioni interne ed esterne.

“Ognuno può, e deve, fare del materiale vivente della sua personalità, non importa se marmo, argilla o oro, un oggetto di bellezza, in cui possa manifestarsi adeguatamente il suo Sé”. R. Assagioli

Fonte: Istituto di PsicosintesiCentro studi e ricerca Synthesis.

Alcune tecniche usate nella terapia psicosintetica: il disegno libero, l’agire “come se”, la disidentificazione, il modello ideale, le giuste proporzioni, l’uso dei simboli (visualizzazioni simboliche), le parole evocatrici, esercizi di allenamento della volontà, tecniche di trasmutazione e sublimazione delle energie (sessuali, aggressive, ecc.), l’allenamento immaginativo, l’evocazione dei sentimenti superiori, la sintesi degli opposti.

Roberto Assagioli

(Venezia 1888 – Capolona 1974)

A soli 22 anni, è convinto della necessità di esplorare i livelli profondi dell’inconscio, avere un atteggiamento scientifico e aperto verso la sessualità, affrontare le zone complessuali e pulsionali, quelle delle cantine del palazzo, ma pensa anche che esistono altri piani, compresa la terrazza da cui guardare il cielo stellato. Fatto sta che la psicologia si era interessata dapprima solo di ansia, angoscia, ossessione, coazione a ripetere, fantasie di morte, fobie, attacchi di panico, deliri, perversioni sessuali, e via dicendo.

Assagioli, che per primo aveva portato la psicanalisi in Italia agli inizi del secolo scorso, se ne staccò per la sua eccessiva accentuazione della patologia, e fondò la sua psicosintesi, mettendo l’accento sulle potenzialità creative dell’essere umano.

Fonte: Andrea Bocconi in Psicosintesi per educatori.

PRENOTA UNAPPUNTAMENTO

Ogni mercoledì riceve dalle ore 14.00 alle 20.00 per un colloquio psicologico.

Contatti:
Sabina Antonelli

mobile: 3334119779 o se preferisci, scrivi un messaggio.

Eventi

Contatti

KENKO SHIN

Via Resia, 9 – 47921 RIMINI (RN) – Tel. +39 0541 709975 – Ingrid Heckmann cell. 329 3243495 – Aldo Ricciotti cell. 335 5234548